Solidarietà e sostegno ai business locali, i grandi vincitori della fase di uscita dalla crisi
23 giu, 2020
Sondaggio di Ipsos in partnership con PayPal sui cambiamenti nei modelli di consumo dovuti al Covid-19
"Viviamo in una situazione senza precedenti e questo ha cambiato radicalmente il nostro modo di vivere, lavorare e consumare. Siamo orgogliosi di come la nostra community si sia riunita per proteggersi e sostenersi a vicenda, e di come siamo stati in grado di sfruttare la nostra tecnologia per aiutare i nostri consumatori e i commercianti a superare questo difficile momento. A questi ultimi non sono mancati la creatività e la generosità per continuare a servire i propri clienti permettendo loro di pagare senza pensieri", ha commentato Maria Teresa Minotti, Director PayPal Italy.

Milano, 23 giugno 2020 - Di fronte a una situazione senza precedenti, si è rivelato necessario trasformare la nostra quotidianità inventando nuovi stili di vita e ritrovando uno spirito d'altruismo comunitario. Abbiamo dovuto ridimensionare le nostre prospettive sulla vita che conducevamo. Un sondaggio europeo condotto da PayPal e Ipsos durante la crisi evidenzia un importante cambiamento nelle abitudini di consumo degli italiani, in particolare per quanto riguarda la solidarietà e la dimensione locale.

 

Sostegno ai piccoli commercianti e ai negozi di prossimità

Mentre la fedeltà ai grandi marchi è rimasta all'ordine del giorno durante il lockdown, i grandi vincitori sono state le piccole e medie imprese. Gli italiani riconoscono l'importanza di sostenere gli esercizi commerciali nei pressi delle proprie case. Infatti, il 43% dei consumatori dichiara di aver acquistato più frequentemente del solito dai piccoli rivenditori durante il lockdown, rispetto al 36% che ha invece comprato nei grandi magazzini. Ma la vera rivoluzione riguarda l’online, stando a quanto rilevato dalla ricerca il 60% degli italiani ha effettuato acquisti online durante il lockdown.

I cittadini anziani sono i più favorevoli riguardo al sostenere i commercianti locali:

  • L'78% degli over 65 ritiene che sostenere l'economia locale sia essenziale per uscire dalla crisi.
  • Il 56% di loro dichiara di sentire la responsabilità di sostenere i negozianti del proprio quartiere.

Dalla fine del lockdown, il desiderio di sostenere l'economia locale e di mantenere in vita i negozi di prossimità sembra ormai consolidato in Italia, dato che il 66% degli italiani intende acquistare con la stessa frequenza prodotti locali e regionali.

Il lockdown ha stimolato commercianti e consumatori a privilegiare i pagamenti contactless per rispettare le norme di distanziamento sociale. Mentre la gran parte degli italiani (69%) ha utilizzato una carta bancaria per pagare i propri acquisti durante il lockdown, non meno del 70% preferisce utilizzarla per i pagamenti online. Il 57% dei millennial preferisce i servizi di pagamento online rispetto al 53% degli ultra-cinquantacinquenni.

  • Il 63% è disposto a provare nuovi metodi di pagamento nei propri negozi preferiti.
  • Il 60% degli intervistati vorrebbe utilizzare i pagamenti senza contatto per evitare di dover digitare il proprio codice.

L'uso del contante è ancora oggetto di dibattito: mentre il 63% degli italiani è pronto a riutilizzare il contante nei negozi una volta che l'emergenza si sarà placata - il 40% è ancora preoccupato riguardo al dovervi ricorrere.

 

Un boom della solidarietà: le donazioni online sono aumentate durante la crisi e rimangono cospicue

La solidarietà e i pagamenti elettronici escono vittoriosi dalla crisi. Durante il periodo di lockdown si è registrata una forte crescita degli impulsi di solidarietà. Gli italiani desiderano effettivamente contribuire alla ripresa economica e, a questo proposito, i pagamenti elettronici sono la soluzione prediletta:

  • Il 75% dei consumatori dichiara di preferire questo metodo di pagamento per inviare denaro ai propri parenti durante il lockdown.
  • Il 75% degli intervistati è oggi favorevole alle donazioni online, il che rappresenta un aumento del 18% rispetto a prima della crisi.

 

 

PayPal
PayPal è in prima linea nella rivoluzione dei pagamenti digitali da più di 20 anni. Facendo leva sulla tecnologia per rendere i servizi finanziari e il commercio più convenienti, accessibili e sicuri, la piattaforma PayPal dà la possibilità a più di 300 milioni di consumatori e commercianti in più di 200 mercati di aderire e prosperare nell'economia globale. Per maggiori informazioni, visita il sito paypal.com o la newsroom di PayPal Italia.

[1] PayPal, in collaborazione con Ipsos, ha effettuato un'indagine di mercato su un campione di 26.000 persone per studiare l'evoluzione dei pagamenti online in tre periodi: prima del Covid-19, durante e dopo il lockdown. Studio condotto dall'8 al 29 maggio 2020 in 13 paesi del mondo (dal 14 al 20 maggio 2020 in Italia).
 
 
Rimani aggiornato

Iscriviti per ricevere le ultime notizie via email

Iscriversi